Coronavirus, De Luca: “Altri quattro positivi”. Uno è di Giugliano

Coronavirus, De Luca: “Altri quattro positivi”. Uno è di Giugliano

Sale a diciassette il totale degli infetti in regione


coronavirus

NAPOLI – La task force della Protezione civile della Regione Campania comunica che nella giornata di oggi sono stati esaminati in laboratorio, presso il centro di riferimento dell’ospedale Cotugno di Napoli, sessanta tamponi. Sono risultati positivi al coronavirus in serata altri 4 tamponi, per i quali, come per tutti gli altri finora positivi, si attende la conferma ufficiale da parte dell’Istituto Superiore di Sanità.

Ad annunciarlo è il governatore della Campania Vincenzo De Luca. Le quattro persone risultate positive al Covid-19 sono tutti uomini, provenienti da Giugliano, Pozzuoli, San Giorgio a Cremano e Napoli, quartiere Vomero. Sale così a 17 il totale degli infetti in regione.

IL PROFILO DELL’UOMO DI GIUGLIANO 

L’ultimo trasferimento al Cotugno è stato per l’uomo di Giugliano, informatore farmaceutico di circa 40 anni rientrato dal Lodigiano, dove aveva partecipato a una cena aziendale con i colleghi e aveva già effettuato un tampone, risultato negativo, la scorsa settimana, appena tornato dalla Lombardia. Poi le sue condizioni di salute sono peggiorante e l’uomo, per questo, si è ripresentato per un nuovo tampone, risultato stavolta positivo. Le sue condizioni di salute non sono gravi.

In queste ore si stanno ricostruendo i percorsi e le attività dell’uomo degli ultimi giorni per cercare di individuare altri potenziali contagiati. La sua famiglia è già in quarantena.

Dopo la diffusione della notizia, a Giugliano è scattata una vera e propria caccia all’uomo per cercare di capire chi sia stato lo sfortunato contagiato che, è bene raccontarlo, si era recato nel lodigiano pochi giorni prima dello scoppio dell’epidemia in quella zona.