Coronavirus, il Governo emana il decreto legge: “Isolamento totale delle zone interessate. Esercito per evitare spostamenti”

Coronavirus, il Governo emana il decreto legge: “Isolamento totale delle zone interessate. Esercito per evitare spostamenti”

Le due zone in cui si sono sviluppati i focolai del virus, in Veneto e Lombardia, saranno in completo isolamento


ITALIA – Al termine di una lunghissima riunione, il Consiglio dei ministri ha preso provvedimenti eccezionali per far fronte all’epidemia da coronavirus che ha colpito il nostro Paese.

Dopo un confronto che ha coinvolnto anche i Presidenti di Veneto e Lombardia, nonché gli esponenti delle forze politiche di opposizione, il Presidente del Consiglio Conte ha annunciato quale sarà la strategia per limitare i contagi e tentare di tenere sotto controllo la situazione.

Lo strumento è quello del decreto legge, con lo scopo di “tutelare il bene della salute”, come ha detto il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa.

Le due zone in cui si sono sviluppati i focolai del virus, in Veneto e Lombardia, saranno sottoposte a un isolamento pressoché totale, con limitazioni agli spostamenti e presenza costante delle forze dell’ordine e dell’esercito per il controllo dell’applicazione delle misure.

I cittadini delle aree di focolaio, il lodigiano e il Comune di Vo Euganeo, non potranno lasciare i propri comuni per un periodo di almeno 15 giorni.

Come ampiamente previsto, scuole, uffici pubblici e istituzionali rimarranno chiusi; tutti gli eventi pubblici saranno cancellati; negozi e bar non saranno accessibili.

Oltre all’ampliamento del numero di persone che sarà sottoposta ai test per il virus, è stata poi confermata anche la quarantena per tutti coloro che sono stati in Cina di recente.

Inoltre, la ministra Azzolina ha spiegato di aver bloccato le gite scolastiche per gli studenti: “Le misure approvate consentono la sospensione delle uscite didattiche e dei viaggi di istruzione delle scuole, in Italia e all’estero. Una richiesta che ho portato all’attenzione dei colleghi di governo e che farò in modo di rendere operativa già nelle prossime ore”.

RINVIATE ALMENO TRE PARTITE DI SERIE A

Il Consiglio dei Ministri straordinario sull’epidemia Coronavirus ha concordato (tra le altre cose) sulla sospensione di tutte le manifestazioni sportive in Veneto e Lombardia. Il premier Giuseppe Conte e il Ministro della Salute Speranza non hanno però specificato se questo provvedimento sia circoscritto alle sole zone focolaio. Guardando alla Serie A di calcio, non si giocheranno almeno tre partite: Atalanta-Sassuolo, Inter-Sampdoria e Hellas Verona-Cagliari. “Con il provvedimento di oggi rendiamo possibili anche altri interventi fuori da quei territori: con questo decreto il ministro competente potrà ad esempio intervenire per la sospensione delle gite scolastiche e il ministro Spadafora potrà intervenire su eventi sportivi già da domenica. Proviamo a proseguire sulla linea di massima prudenza, come sin dall’inizio”. Lo ha detto il ministro della Salute Speranza.

Fonte: Fanpage.it