Ragazzo aggredito in un bar solo perché di origini cinesi: “Hai il coronavirus, non puoi entrare!”

Ragazzo aggredito in un bar solo perché di origini cinesi: “Hai il coronavirus, non puoi entrare!”

Il giovane è stato colpito con una bottiglia di vetro in pieno volto, riportando diverse ferite


VENETO – Ragazzo aggredito in un bar solo perché di origini cinesi: “Hai il coronavirus, non puoi entrare!”

Il terribile episodio di violenza ingiustificata ha avuto luogo due sera fa, il 24 febbraio, a Cassola in provincia di Vicenza, in Veneto. La notizia è stata diffusa sola nella giornata di oggi.

Zhang, un ragazzo italiano di origine cinese, si era recato in un distributore per fare un rifornimento di benzina. Avendo con sè solo una banconota da 50 euro, ha deciso di entrare nel bar della stazione di servizio per chiedere se qualcuno gli potesse cambiare  la banconota. Quando è entrato, però, la barista viste le sue origini l’ho ha cacciato dicendogli: “Hai il coronavirus, tu non puoi entrare!”.

A quel punto, prima che Zhang uscisse, un ragazzo seduto all’interno si è alzato e, dopo aver afferrato una bottiglia di birra che era sopra il tavolo, ha colpito il giovane di origini cinesi in pieno volto causandogli diverse ferite.

La denuncia effettuata da “Open” è stata presentata ai carabinieri. La cosa che più ha sconvolto Zhang è che nessuno delle persone presenti è intervenuto per difenderlo.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK