Bloccato in auto sulla Tangenziale: era andato a comprare cocaina. Nei guai 55enne

Bloccato in auto sulla Tangenziale: era andato a comprare cocaina. Nei guai 55enne

La pattuglia ha imposto l’alt all’autovettura dopo il pagamento del pedaggio per sottoporla a controllo


NAPOLI/POZZUOLI – Circolava in violazione del decreto ministeriale sul Coronavirus per acquistare cocaina: denunciato sulla Tangenziale di Napoli un 55enne di Pozzuoli. Continua incessantemente l’attività di vigilanza sulla Tangenziale di Napoli finalizzata alla verifica del rispetto delle prescrizioni imposte con i recenti decreti ministeriali volti al contenimento della diffusione del Covid-19.

Ieri mattina gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Fuorigrotta, alle dipendenze della Sezione Polizia Stradale di Napoli, in prossimità della barriera degli Astroni hanno visto una vettura con una persona a bordo che  stava  procedendo in  direzione Pozzuoli. La pattuglia ha imposto l’alt all’autovettura dopo il pagamento del pedaggio per sottoporla a controllo e ha verificato che il conducente non aveva con sè alcuna autocertificazione e ha riferito agli agenti che si era recato presso un’agenzia assicurativa della ubicata al Parco San Paolo nel quartiere di Fuorigrotta per effettuare dei preventivi.

Pertanto, l’uomo è stato  invitato a compilare l’autodichiarazione di rito in cui ha confermato le dichiarazioni rese oralmente. Inoltre, poiché l’uomo ha mostrato  una particolare inquietudine,  gli agenti hanno effettuato un controllo all’interno del veicolo ed hanno rinvenuto  un involucro contenente cocaina.

Successivamente gli agenti hanno accertato  che presso il Parco San Paolo non esisteva l’agenzia assicurativa a cui l’uomo ha fatto riferimento ma una di altra compagnia assicurativa il cui personale ha riferito che, alla luce della normativa vigente per la prevenzione del COVID-19, non stava effettuando ricezione del pubblico.

A seguito di tali eventi l’uomo, C.G.R., 55enne di Pozzuoli con diversi precedenti di polizia, è stato denunciato per la violazione dell’ordinanza di salute pubblica ex art. 650 c.p. e per le dichiarazioni mendaci rese ex art .495 c.p.

Infine, è stato sanzionato per la violazione amministrativa ex art. 75 del D.P.R. 309/90 con ritiro della patente di guida ai fini della sospensione.