Coronavirus, il Teatro San Carlo lancia l’hashtag #stageathome per vedere gli spettacoli online

Coronavirus, il Teatro San Carlo lancia l’hashtag #stageathome per vedere gli spettacoli online

E’ anche possibile scoprire aneddoti del teatro e visitarlo virtualmente


NAPOLI – Coronavirus, il Teatro San Carlo lancia l’hashtag #stageathome per vedere gli spettacoli online.

Il San Carlo, uno dei teatri più importanti in Italia, in tempo di Coronavirus ha voluto partecipare all’iniziativa “Io resto a casa” lanciando l’hashtag #stageathome. Con tale idea, il San Carlo ha voluto portare il palcoscenico nelle case di tutti.

Infatti, il teatro potrà essere visitato da tantissimi utenti virtualmente mediante diversi siti social. Lo scopo è quello di diffondere la musica e l’arte del San Carlo. Infatti, tramite i social Facebook, Twitter e Instagram del Teatro sarà possibile fare un tour virtuale dei luoghi che lo compongono. Inoltre, è possibile scoprire la storia e aneddoti particolari del Teatro grazie alla partnership Google Culture – Archivio Storico del Teatro di San Carlo.

Sarà anche possibile tramite le piattaforme di Youtube, Opera Vision e Rai Play,  rivedere spettacoli andati in scena nelle ultime stagioni teatrali. Inoltre ci saranno contenuti speciali come il dietro le quinte e le interviste ai protagonisti degli spettacoli.

Dal 14 marzo prosegue anche il progetto Scuola InCanto con appuntamenti di didattica on-line, portando avanti il percorso L’elisir d’amore con contenuti interattivi e simpatici, che è rivolto a docenti, ragazzi e bambini.

“In questi tempi difficili – ha raccontato la sovrintendente Rosanna Purchia – Il Teatro di San Carlo sente ancora di più la necessità di rafforzare la propria missione civile continuando a diffondere bellezza e arte, e risvegliando in ciascuno, grazie a quei valori che costituiscono l’identità del nostro Paese, quel forte senso di comunità necessario a superare questo momento di difficoltà”.

“La nostra attività di Spettacolo dal vivo – ha aggiunto –  è un’attività collettiva fatta con l’uomo e per l’uomo. Per questo vorrei ribadire che siamo aperti virtualmente solo in maniera temporanea, ma torneremo presto, perché fino a quando il San Carlo suonerà dentro e fuori le proprie mura ci sarà speranza per Napoli e per il mondo”.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK