Dolore a Giugliano, la città piange “Nino”. Ex maresciallo stroncato dal Coronavirus

Dolore a Giugliano, la città piange “Nino”. Ex maresciallo stroncato dal Coronavirus

A dare notizia della sua scomparsa, il nipote con un post sui social


OLEGGIO (NOVARA) – Dolore nella città di Giugliano dove si piange la morte “Nino”, ex maresciallo dell’Aeronautica Militare, originario di Giugliano che si era trasferito al nord Italia circa quarant’anni fa. A dare notizia della sua scomparsa, a causa del Coronavirus, il nipote con un post sui social.

”Zio Nino è un Giuglianese d’origine, nato qui a Giugliano e andato via più di 40 anni fa. Viveva ad Oleggio (NO). Questa mattina, il Covid ha portato via anche lui. Sono orgoglioso di uno zio come lui. Era una persona speciale, amorevole con le figlie, con i nipoti e con chiunque ha avuto la fortuna di conoscerlo, marito ideale. Era Maresciallo dell’Aereonautica, ora in pensione.

Qualche anno fa per l’occasione della nascita dei suoi nipoti ricostruì un modellino di un aereo antico “La Gabarda”, da lì ha avuto origine l’idea di riprodurre fedelmente il monoplano”. Circa quattro mesi di lavoro, di cui tre settimane solo per l’elica in legno costruita a mano.

L’aereo è stato esposto all’aeroporto di Cameri per il suo centenario, e zio Nino ha avuto i complimenti dal capo di Stato Maggiore dell’Aereonautica li presente, ora l’aereo è esposto nel museo dell’aereonautica come unico modello esistente della Gabarda.
Ciao Zio Nino”.

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage