Napoli e Giugliano unite contro il Covid 19: Flashmob con musica, bandiere per i fedeli

Napoli e Giugliano unite contro il Covid 19: Flashmob con musica, bandiere per i fedeli

“Appuntamenti” alle 18 di oggi nel capoluogo ed alle 12 di domani nella città della provincia


NAPOLI/GIUGLIANO – «Apriamo le finestre, usciamo sui balconi e suoniamo insieme anche se lontani. Non importa saper leggere la musica, suonare uno strumento o possederlo; basta anche cantare una canzone o far suonare le pentole di casa, l’importante è farci sentire perché la musica è la migliore medicina per curare l’anima e in questo momento ne abbiamo bisogno». Così gli organizzatori annunciano su Facebook per oggi, venerdì 13 marzo, alle 18 il «Flashmob sonoro!». Un modo per sentirsi uniti dalla musica, in questo periodo di isolamento casalingo da coronavirus. Quindi l’invito è a «rompere il silenzio» e partecipare, anche con video da caricare sulla pagina dedicata all’evento che si chiama appunto ‘Flashmob Sonoro!’.

A giudicare dalle adesioni annunciate da tutta Italia, stasera in tanti, da Nord a Sud, professionisti e dilettanti, apriranno le finestre, usciranno sui balconi e suoneranno e canteranno insieme nello stesso momento.

L’annuncio del flashmob sonoro in tempi di #iorestoacasa sta circolando anche su Whatsapp: nelle chat di tutta Italia il messaggio è virale. «Flashmob venerdì 13 alle 18 in punto tutti gli abitanti d’ Italia prenderanno il loro strumento e si metteranno a suonare dalla loro finestra…il nostro paese diventerà così per quei pochi minuti un gigantesco concerto gratuito! diffondete il più possibile questo messaggio a tutti gli italiani che conoscete per farsi sentire!».

Nel messaggio si dà anche appuntamento a sabato 14: «ore 12:00 – Tutti alle finestre per un lungo APPLAUSO di ringraziamento a tutti coloro che stanno lavorando per noi negli Ospedali e di incoraggiamento a noi».

E proprio per sabato 14, anche Giugliano si mobilita. Nel gruppo Facebook “Giuglianesi Orgogliosi”, è stata lanciata un’iniziativa simile sulle note di “Napul’è” di Pino Daniele:

“Accendiamo una lanterna – scrivono gli admin del gruppo- e facciamoci sentire con una sola voce il nostro calore e il nostro plauso agli operatori sanitari, medici e infermieri che stanno combattendo in prima linea. A chi in quarantena ci è sempre per disabilità, a chi non ha un tetto per rifugiarsi”.

Un’altra iniziativa è stata proposta sulla pagina Facebook del Santuario della Maria Santissima Annunziata, di Giugliano:

“Carissimi giuglianesi, devoti a Maria SS della Pace. Invitiamo tutti ad esporre la propria BANDIERA (quella che esponiamo per i festeggiamenti) sui balconi delle vostre abitazioni, un segno che possa dire il nostro grido di speranza e aiuto alla nostra cara zingarella.
Tra poco vi aggiorniamo per una iniziativa di preghiera intorno alla nostra zingarella dalle nostre case!
#condividi
#Tuseimedicinaperognidolor”.