Pronto Soccorso chiuso per Coronavirus: operatrice del 118 fa nascere bambino al telefono

Pronto Soccorso chiuso per Coronavirus: operatrice del 118 fa nascere bambino al telefono

La donna ha, infatti, spiegato passo dopo passo le manovre necessarie per il parto al padre del neonato


NAPOLI – Pronto Soccorso chiuso per Coronavirus: operatrice del 118 fa nascere bambino al telefono.

L’episodio ha avuto luogo a Frattaminore, in provincia di Napoli. Una donna ha dato alla luce il figlio in casa in quanto il Pronto Soccorso era chiuso a causa del Coronavirus.

Era in corso la sanificazione del nosocomio in seguito ad un sospetto caso di Covid-19, quando intorno alle 4 del mattino, la giovane donna ha rotto le acque. Impossibilitati a recarsi al Pronto Soccorso, il marito ha chiamato subito il 118 spiegandogli che la moglie stava per partorire.

A questo punto, l’operatrice della centrale del 118 di Pozzuoli, professionalmente ha cercato di guidare l’uomo nelle manovre corrette per far nascere il piccolo. Nel frattempo, l’operatrice aveva inviato un’ambulanza sul posto. Al loro arrivo, il bambino era nato e il padre stava ricevendo le indicazioni per il taglio del cordone ombelicale.

L’equipe medica del 118 ha verificato l’espulsione della placenta e in seguito hanno accompagnato la madre e il neonato all’ospedale San Giovanni di Dio nel reparto di Ostetricia. Il bambino, fortunatamente, sta bene e i genitori hanno potuto tenerlo nelle proprie braccia.

A rendere la nota la storia, il papà del neonato tramite il suo account Facebook: “Voglio ringraziare quell’angelo della centrale operativa del 118,che stamattina alle 4.10 mi dava indicazioni su come far nascere Lorenzo”.

Grazie quindi alla professionalità dell’operatrice del 118, la nascita del piccolo Lorenzo ha rappresentato un momento di speranza in questa tragica situazione che l’Italia sta vivendo.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK