Da 3 anni in coma perchè colpito da un proiettile, finanziere 29enne muore di Covid

Da 3 anni in coma perchè colpito da un proiettile, finanziere 29enne muore di Covid

Il colpo fu esploso per errore da un compagno di accademia


PERUGIA – Da 3 anni in coma perchè colpito da un proiettile, finanziere 29enne muore di Covid.

A metà mese era giunta la notizia della morte del giovane finanziere Michele Grasso. Il militare, originario di San Nicola La Strada (Caserta) fu colpito alla tempia, nel 2017, da un proiettile esploso per errore da un compagno di addestramento nella camerata della Caserma Monte Grappa di Orvieto.

Il proiettile, finì, per attraversare il collo e la testa di Michele che, subito soccorso, fu trasferito in eliambulanza presso l’ospedale di Perugia. Qui, Michele fu sottoposto ad un delicato intervento e successivamente ricoverato in prognosi riservata.

Dal giorno dell’incidente il militare non si è mai più ripreso. Nella mattinata del 10 maggio, il 29enne si è spento gettando la famiglia nello sconforto. Inizialmente non erano state ufficializzate le cause della morte. Pochi giorni fa, invece, è stato confermato che il Coronavirus ha portato il giovane al decesso.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK