Giugliano, minacciò di far bruciare un supermercato dopo una rapina: arrestata a Casoria

Giugliano, minacciò di far bruciare un supermercato dopo una rapina: arrestata a Casoria

Le indagini dei carabinieri hanno permesso di individuare la 46enne: fondamentali le dichiarazioni delle persone presenti


CASORIA/GIUGLIANO – Ad Arpino di Casoria, frazione del comune a nord di Napoli, i carabinieri di Varcaturo hanno arrestato, in forza di un provvedimento emesso dal tribunale di Napoli nord su richiesta della locale procura, F.G., 46enne del posto già nota alle forze dell’ordine. Era il 16 gennaio. La donna, all’interno di un supermercato di via Lago Patria, aveva rubato della merce ma era stata scoperta dalla cassiera. La sua reazione non si fece attendere: minacciò di far dare fuoco al locale dal marito se non l’avessero lasciata andare.

Le indagini dei carabinieri – coordinati  dalla procura della repubblica di Aversa –  hanno permesso di individuare la 46enne: fondamentali le dichiarazioni delle persone presenti durante la rapina e le immagini dei sistemi di video sorveglianza.

La donna, ritenuta gravemente indiziata del reato di rapina impropria, è stata sottoposta agli arresti domiciliari.