Lutto in provincia di Napoli, Nello muore a 55 anni ucciso dal Coronavirus

Lutto in provincia di Napoli, Nello muore a 55 anni ucciso dal Coronavirus

Era a Milano per lavoro. Dedito ai suoi doveri non si è allontanato dalla città, focolaio di un male subdolo.


PALMA CAMPANIA – Aniello Paradiso, 55 anni, noto a tutti come Nello, custode della scuola media “Parini” di Milano è morto a causa del Covid-19. L’uomo era ricoverato da 53 giorni in terapia intensiva all’ospedale Niguarda, dove poi il suo cuore ha cessato di battere.

Nello era a Milano da quattro anni, e con il conseguimento dell’anno di prova in corso, sarebbe stato considerato lavoratore a tempo indeterminato. Dedito ai suoi doveri non si è allontanato dalla città, focolaio di un male subdolo.

La «Parini», parte dell’Istituto comprensivo «Spiga», con cinque sezioni di classi medie, è sotto shock: docenti, famiglie e ragazzi stentano a crederci. Non rivedranno più quell’uomo imponente che dal suo metro e novanta d’altezza regalava gesti gentili. Non c’era bambina o bambino che non gli fosse affezionato

«Il senso del dovere e l’onestà che ha dimostrato nella vita – racconta la figlia Daniela dalla casa di famiglia di Palma Campania – l’hanno spinto prima a tornare al lavoro a Milano dopo le vacanze di carnevale, il 2 marzo, e poi a non rientrare a casa dopo il lockdown per proteggerci da eventuali rischi, così era il mio papà; prima gli altri. Sempre».