Melito, gestiva la piazza di spaccio dal suo balcone ai domiciliari: arrestato

Melito, gestiva la piazza di spaccio dal suo balcone ai domiciliari: arrestato

Preso anche un altro uomo impiegato come vedetta che garantiva la sicurezza della “piazza” e recuperava il denaro dagli acquirenti


MELITO. Prosegue il contrasto dei carabinieri del Comando Provinciale di Napoli allo spaccio di stupefacenti. I militari della Tenenza di Melito, insieme a quelli del Nucleo Cinofili di Sarno hanno arrestato per spaccio di stupefacenti ed evasione S.R. un 46enne del posto già ai domiciliari e denunciato in concorso una persona di 43 anni.

I due, con mansioni diverse, coadiuvati da un ulteriore complice datosi alla fuga, sono stati notati nei pressi del “Parco Monaco” mentre cedevano dosi a “clienti” poi segnalati quali assuntori alla Prefettura (6 quelli segnalati). S.R. era impegnato materialmente nello spaccio mentre il 43enne – impiegato come vedetta – garantiva la sicurezza della “piazza” e recuperava il denaro dagli acquirenti, questo per evitare che il pusher fosse sorpreso con denaro contante provento illecito.

Cristallizzato il “modus operandi”, i carabinieri li hanno bloccati. Durante una perquisizione in un garage poco distante, sono stati sequestrati a carico di ignoti 116 grammi di marijuana suddivisi in 96 dosi e 18 grammi di cocaina ripartiti in 25 involucri termosigillati, occultati all’interno di una finta colonna fecale, nascosta a sua volta in un’intercapedine. S.R. – arrestato anche per il reato di evasione – è stato tradotto al carcere di Poggioreale.