Spiagge, apertura a rilento sul litorale domizio-flegreo. Arenili chiusi in Costiera

Spiagge, apertura a rilento sul litorale domizio-flegreo. Arenili chiusi in Costiera

Si attendono le linee guida per poter operare in sicurezza


NAPOLI – Il via libera alla riapertura degli stabilimenti balneari a partire da oggi, da parte del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha trovato impreparati i gestori dei lidi del litorale flegreo e domizio. In attesa delle linee guida per ottemperare al protocollo di sicurezza, i gestori si stavano attrezzando alla riapertura per mettersi in regola con le disposizioni di garanzia ed offrire alla clientela una ospitalità rispondente alle norme.

Discorso analogo per le spiagge libere che dovranno essere controllate dai comuni. A Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida si stava ragionando sul da farsi, sulla individuazione delle aree e sulle modalità di gestione e controllo degli arenili liberi. Si punta, sia i concessionari che i comuni, ad essere pronti per il prossimo weekend. Il primo sabato di accesso libero al mare nell’area flegreo-domizio è stato, pertanto, all’insegna delle iniziative di singoli o di piccoli gruppi familiari che si sono diretti verso le spiagge libere.

La sorveglianza è stata affidata ad agenti della polizia municipale e agli uomini della Guardia Costiera. In futuro si sta valutando di ricorrere ai volontari di associazioni ambientaliste e della Protezione Civile. Negli stabilimenti balneari, soprattutto, della zona di Lucrino a Pozzuoli, Miseno e Miliscola a Bacoli e ad Acquamorta a Monte di Procida si è lavorato, oggi, per il servizio bar e la ristorazione.

Stretta sulle spiagge libere in Costiera Amalfitana dove alcuni sindaci, in attesa di varare il piano necessario per garantire il distanziamento sociale, hanno disposto la chiusura degli arenili. “Rispetto all’ultima ordinanza della Regione Campania, la numero 50, a Maiori ed Erchie le spiagge per motivi di sicurezza non possono essere ancora aperte”, ha spiegato in una nota il sindaco di Maiori (Salerno), Antonio Capone.

“Nei prossimi giorni, come anticipato, ci attrezzeremo affinché il nostro arenile venga reso fruibile per tutti, nella massima sicurezza e si possa accedere così alle nostre bellissime spiagge. Conto come sempre sul buonsenso di cittadini ed ospiti della nostra città”. Provvedimento analogo è stato adottato dal sindaco di Cetara, Fortunato Della Monica che ha disposto il divieto di accesso alla spiaggia libera Largo Marina fino al 29 maggio.

“Non potendo governare la situazione – ha detto all’ANSA il primo cittadino – ho firmato questa ordinanza, in attesa di allestire il piano spiaggia”. In mattinata il sindaco ha richiesto anche l’intervento dei vigili per allontanare le persone che erano sull’arenile. “Abbiamo già pronte le misure per permettere la riapertura delle spiagge libere: posizioneremo noi gli ombrelloni e si potrà accedere solo su prenotazione, in modo da garantire il distanziamento sociale e permettere a tutti di godere in sicurezza del nostro mare”.