Giovane investito in ospedale, familiari aggrediscono 2 guardie giurate

Giovane investito in ospedale, familiari aggrediscono 2 guardie giurate

L’episodio violento è stato scatenato dal divieto di entrare imposto dai vigilantes


NAPOLI – Giovane investito in ospedale, familiari aggrediscono 2 guardie giurate.

L’episodio ha avuti luogo la scorsa notte nel pronto soccorso del Cardarelli di Napoli. Un giovane era giunti al nosocomio dopo essere stato investito da un’auto.

I familiari del ferito, giunti per sapere le sue condizioni, hanno tentato di forzare il blocco imposto da due guardie giurate di servizio. Subito i parenti del giovane hanno dato inizio a forti momenti di tensione, prima con minacce e in seguito ad una vera e propria aggressione fisica ai danni dei vigilantes. Il giovane è ora ricoverato e non in pericolo di vita.

“Si è trasformata in aggressione fisica – ha spiegato il direttore generale del Cardarelli, Giuseppe Longo – vista la capacità delle guardie di sicurezza di gestire la rabbia dei familiari, senza permettere loro di invadere il pronto soccorso o il reparto di degenza del ragazzo”.

“Una situazione che avrebbe potuto degenerare – racconta – risolta con grande professionalità dal personale della sicurezza. E’ stata determinante anche la presenza dei militari dell’Arma, pronti a intervenire ove si fosse reso necessario”.

“Ancora una volta – conclude Longo – tutto il personale del Cardarelli ha dimostrato di saper gestire situazioni di grande complessità, prevenendo atti di aggressione e disinnescando situazioni anche ad alto rischio”.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK