Lutto tra due province: giostraio muore folgorato a soli 26 anni

Lutto tra due province: giostraio muore folgorato a soli 26 anni

Il giovane è morto in ospedale, dove era arrivato in condizioni critiche. Era sposato da 7 mesi


RECALE/MARCIANISE/DUGENTA – Lutto tra le province di Caserta e Benevento. Un giostraio di appena 26 anni è morto ieri pomeriggio, folgorato da una scossa elettrica. E’ accaduto a Recale, nel casertano. Il ragazzo – come riporta edizionecaserta.it, è arrivato già in condizioni disperate all’ospedale di Marcianise e per lui non c’è stato niente da fare nonostante l’intervento dei sanitari marcianisani. La tragedia è avvenuta poco prima delle 16 di ieri, quando il ragazzo è venuto in contatto con la corrente. Una scossa fortissima che l’ha tramortito non lasciandogli scampo.

I primi a soccorrerlo sono stati i familiari che l’hanno accompagnato con la propria vettura al pronto soccorso di Marcianise dove però il quadro clinico era già compromesso. Disperazione all’ospedale per una giovane vita spezzata tragicamente. Le indagini potrebbero far luce sui dettagli della vicenda: il ragazzo lavorava infatti come giostraio nella zona di Recale dove di solito vengono installati divertimenti per i più piccoli. Sul posto in questo momento è giunto anche il sindaco Porfidia.

In ospedale sono arrivati gli agenti del comando di polizia locale e una pattuglia dei carabinieri.

La vittima si chiamava Jeson Zara, aveva 26 anni ed era originario di Dugenta, nel Sannio. Lo piangono due comunità. Sull’accaduto sono in corso le indagini e i carabinieri stanno acquisendo diverse testimonianze. Era sposato da appena sette mesi.