“Meno Wi-fi, più maestre”: la protesta dei bimbi campani stufi delle lezioni online

“Meno Wi-fi, più maestre”: la protesta dei bimbi campani stufi delle lezioni online

E i genitori affermano: “Non accetteremo, a settembre, la didattica a distanza come soluzione”


NAPOLI – Il periodo di pandemia con conseguente obbligo di distanziamento sociale è stato per tutti difficile ma, a detta di genitori ed esperti di pedagogia, per i bambini ancor di più. E dunque “Meno Wi-fi, più maestre” è stato lo slogan con il quale i bambini di una nota scuola di Napoli hanno deciso di salutarsi in occasione del loro ultimo giorno di scuola.

Il sit-in è stato organizzato dal gruppo social “Fuori dagli schermi“, che durante il lockdown ha promosso varie iniziative contrarie all’isolamento domiciliare forzato, come ad esempio la perdita del contatto con gli altri bambini e con gli insegnanti, fondamentale per il processo di crescita. Il volantino digitale, che ha sponsorizzato l’evento, annuncia: “Vogliamo chiudere quest’anno con una promessa: non accetteremo, a settembre, la didattica a distanza come soluzione, non accetteremo di non essere ascoltati, faremo attenzione e ci prenderemo cura di noi stessi e degli altri, e lo faremo insieme e in libertà. Per questo abbiamo deciso di chiudere in bellezza incontrandoci e salutandoci in sicurezza fuori dalle nostre scuole”