Napoli Centrale, venditori abusivi e raccolte fondi non autorizzate: 44 nei guai

Napoli Centrale, venditori abusivi e raccolte fondi non autorizzate: 44 nei guai

Allontanamento dalla stazione e ritiro della merce sono state le disposizioni messe in atto dalla Polfer


NAPOLI – Con la fine del lockdown, la ricomparsa di venditori abusivi nelle stazioni e a bordo dei treni ha indotto gli agenti del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania ad intensificare i controlli anche sul fronte della prevenzione e del contrasto  di queste  attività  illecite e moleste che mettono a rischio la regolarità del trasporto ferroviario. Nell’ambito dei controlli amministrativi effettuati nel mese di giugno, sono state sottoposte a controllo identificativo 165 persone ed elevate 42 contravvenzioni.

Nella stazione di Napoli Centrale e nella antistante piazza Garibaldi sono stati  segnalati amministrativamente 6 venditori nei confronti dei quali è stato disposto l’ordine di allontanamento dalla stazione e il sequestro della merce offerta in vendita abusivamente. Analogo ordine di allontanamento previsto dalle disposizioni a tutela della sicurezza delle città e del decoro urbano è stato emesso nei confronti di due questuanti abitudinari della stazione di Napoli Centrale ai quali è stata contestata anche la sanzione amministrativa prevista dal regolamento di Polizia Ferroviaria per la raccolta fondi non autorizzata.