Politica e camorra a Sant’Antimo, parla Luigi Cesaro: “Esterrefatto per mio coinvolgimento”

Politica e camorra a Sant’Antimo, parla Luigi Cesaro: “Esterrefatto per mio coinvolgimento”

Convinto che l’approfondimento dei fatti e l’attenta valutazione delle circostanze in questione permetteranno alla verità di emergere


SANT’ANTIMO – “Sono esterrefatto nell’apprendere da notizie di stampa il mio presunto coinvolgimento in pratiche di raccolta del consenso non regolari e addirittura oggetto di ipotizzato accordo con ambienti riconducibili a consorterie criminali.

Nel corso della mia lunga e diversificata esperienza politica ed istituzionale mi sono più volte cimentato in campagne elettorali, da quelle europee a quelle nazionali, provinciali e comunali: sempre il consenso sulla mia persona è stato raccolto in modo assolutamente trasparente ed i suffragi ricevuti sono stati frutto esclusivamente del mio impegno a sostegno delle nostre comunità e della mia nota disponibilità nei confronti dei cittadini.

Sono perciò convinto che l’approfondimento dei fatti e l’attenta valutazione delle circostanze in questione permetteranno alla verità di emergere e, come già accaduto nelle precedenti contestazioni che mio malgrado mi hanno coinvolto, i fatti si incaricheranno dì dimostrare la mia assoluta estraneità a qualsiasi addebito. Ed è perciò che con animo assolutamente sereno affronterò anche questa ulteriore prova”. Lo afferma Luigi Cesaro, senatore di Forza Italia.

Sant’Antimo, camorra e Politica: “Cesaro stabiliva i candidati col clan”

Sant’Antimo, la camorra pilotava le elezioni con 50 euro a voto. Poi le bombe ai consiglieri comunali

Terremoto giudiziario a Sant’Antimo: tutti i nomi anche dei 103 indagati

Sant’Antimo, mazzette all’ufficio tecnico. 43mila euro a casa del responsabile: scatta l’arresto

Camorra, maxi blitz nella notte a Sant’Antimo: tutti i nomi degli arrestati

Camorra, blitz a Sant’Antimo: arrestati tre fratelli Cesaro, in manette anche imprenditori giuglianesi