Scacco matto alla mafia, 13 arresti: preso fedelissimo di Matteo Messina Denaro

Scacco matto alla mafia, 13 arresti: preso fedelissimo di Matteo Messina Denaro

L’uomo è stato già condannato a 19 anni di carcere per associazione di tipo mafioso e ritornato in libertà nel marzo del 2015


CASTELLAMMARE DEL GOLFO  – Sono 13 i mafiosi arrestati dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Trapani. Le accuse riguardano associazione di tipo mafioso, estorsione, furto, favoreggiamento, violazione della sorveglianza speciale e altro, tutti reati aggravati dal metodo mafioso. Inoltre 11 persone denunciate a piede libero e decine di perquisizione effettuate.
Impegnati nell’operazione 200 militari dell’Arma, con il supporto di unità navali, aeree e reparti specializzati come i Cacciatori di Sicilia e unità cinofile per la ricerca di armi. Le indagini, coordinate dal procuratore capo Francesco Lo Voi, dal procuratore aggiunto Paolo Guido e dai sostituti Gianluca De Leo e Francesca Dessì.
L’operazione ha colpito la famiglia mafiosa di Castellammare del Golfo. Secondo gli inquirenti al vertice il pregiudicato Francesco Domingo, soprannominato Tempesta. L’uomo è stato già condannato a 19 anni di carcere per associazione di tipo mafioso e ritornato in libertà nel marzo del 2015, inoltre è considerato molto vicino a Matteo Messina Denaro.