Scontro tra Ultrà e Forza Nuova al Circo Massimo: 10 fermi, ci sono napoletani

Scontro tra Ultrà e Forza Nuova al Circo Massimo: 10 fermi, ci sono napoletani

E’ partita una lite interna che poi si è sfogata su giornalisti e fotografi presenti


ROMA – Scontri e lancio di bottiglie alla manifestazione di ultras ed Forza Nuova riuniti al Circo Massimo a Roma.

Tutto è cominciato quando uno dei partecipanti stava rilasciando un’intervista a un giornalista. L’uomo è stato fermato da un altro militante in modo brusco che gli ha detto nessuno è autorizzato a parlare. E’ partita una lite interna che poi si è sfogata su giornalisti e fotografi presenti. Poi il lancio di bottiglie contro gli agenti colti di sorpresa dalla reazione degli ultrà che hanno brandito i bastoni delle bandiere contro le forze dell’ordine. Alcune manifestanti sono stati fermati dagli agenti.  La situazione dopo qualche minuto è tornata a una calma apparente, i militanti hanno preso posto all’interno del Circo Massimo davanti al palco. Un nutrito gruppetto, invece, è rimasto a “difesa” del piazzale fronteggiando la polizia schierata.

I momenti di tensione sono stati tre. Il primo è partito da via dei cerchi con un gruppo di dieci che hanno chiesto di arrivare a Montecitorio o Quirinale. Respinti dalla polizia, hanno iniziato a lancia le bottiglie e o fumogeni. Il secondo quando il grosso del gruppo è iniziato a scendere nell’arena ed il terzo componente di Forza Nuova ha scalato una parete del Circo Massimo lato Viale Aventino. La polizia li ha respinti anche qui ma nei tafferugli ha preso fuoco una parte della parete.

“Una protesta libera e rabbiosa contro un governo non eletto da nessuno, probabilmente il peggiore che la nostra amata Patria abbia conosciuto in uno dei suoi momenti più difficili”, era stato detto nei giorni scorsi dagli organizzatori. Qualche migliaio le anime nere della politica e delle curve calcistiche arrivate al Circo Massimo.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK