Simula un infortunio e si amputa 2 dita per truffare l’assicurazione: 46enne di Melito nei guai

Simula un infortunio e si amputa 2 dita per truffare l’assicurazione: 46enne di Melito nei guai

Accusate anche la compagna e un’amica, sue complici nella massa in scena


MELITO/CASERTANO – Simula un infortunio e si amputa 2 dita per truffare l’assicurazione: 46enne di Melito nei guai.

L’episodio è avvenuto presso la clinica San Michele di Maddaloni, nel Casertano. Un 46enne, originario di Melito, si era recato in ospedale, con due dita amputate, affermando di aver avuto un incidente sul lavoro.

Di prassi, è stata avviata un indagine dei carabinieri per cercare di chiarire la dinamica dei fatti, che si è conclusa con la denuncia per truffa dell’uomo e della compagna e un’amica.

Il 46enne, infatti, già con precedenti di truffa, con la complicità di un’amica e della compagna, aveva organizzato un piccolo incidente in modo da ottenere soldi della polizza contro gli infortuni.

A far sospettare i militari, è stata la risposta vaga dell’uomo su dove lavorava e la modalità con cui si era ferita. Per tale motivo, dopo una’attenta indagine investigativa, i carabinieri sono riusciti a smascherare la messa in scena. I tre, per tale motivo, sono stati denunciati per truffa e lesioni personali gravissime.

FOTO DI REPERTORIO

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK