Zona rossa a Mondragone: residenti ancora in fuga per lavorare nei campi

Zona rossa a Mondragone: residenti ancora in fuga per lavorare nei campi

Quattro di loro, i primi ad essere stati identificati, sono irreperibili e sono ricercati dalle forze dell’ordine


MONDRAGONE – L’Asl di Caserta ha comunicato i primi risultati del tamponi effettuati sulle persone che vivono nell’attuale zona rossa di Mondragone: 29 sono i positivi.

Intanto il clima all’interno degli edifici della zona rossa è sempre più teso. Nonostante i controlli di forze dell’ordine ed esercito molte persone, come riportato da Il Mattino, scappano per andare a lavorare nei campi. Sono tutti quasi asintomatici ad eccezione di uno che ha avuto bisogno del ricovero in ospedale. Tra i positivi c’è anche una donna italiana venuta in contatto con la comunità bulgara. Al momento solo il personale socio-sanitario è autorizzato ad entrare e uscire dalla zona rossa (che avrà termine il 30 giugno).

LE PAROLE DEL SINDACO

Il primo cittadino Virgilio Pacifico, a Fanpage, ha dichiarato: “In questa zona abbiamo avuto una recrudescenza e ci siamo subito allertati, abbiamo predisposto un primo test col tampone a tutti condomini dell’area – spiega – la presenza delle forze dell’ordine impegnata in questa azione di controllo ci è sembrata esigua. A proposito degli operai che sono rientrati – aggiunge – lo abbiamo permesso perché il nostro fine ultimo è quello di sottoporre ai tamponi più gente possibile”

LA ZONA INTERESSATA 

I nuovi contagiati appartengono per la maggior parte alla comunità bulgara che da anni è insediata negli ex palazzi Cirio. Abitano nel comprensorio tra palazzo Drago, palazzo Roma, palazzo A-G, palazzo Nuovo Messico e palazzo California. Zona che dovrebbe essere isolata, con divieto di accesso e di uscita e con circa 700 persone in isolamento domiciliare. Quattro di loro, i primi ad essere stati identificati, sono irreperibili e sono ricercati dalle forze dell’ordine. Lo screening di massa sui residenti dei palazzi Cirio continuerà oggi e non si escludono, come è indicato nell’ordinanza regionale, test rapidi per la popolazione di Mondragone, per la quale è stato ripristinato l’obbligo della mascherina all’aperto.

IL VIDEO SOCIAL

Da come si evince da un video che sta circolando sui social si vede palesemente la fuga di alcuni dei residenti della zona rossa

GUARDA VIDEO

 

Zona rossa a Mondragone: residenti ancora in fuga per lavorare nei campi

🔴ZONA ROSSA A MONDRAGONE: LA FUGA DEI RESIDENTI DI NOTTE LEGGI ➡️ https://bit.ly/2Cto5Mv

Posted by Il Meridiano News on Wednesday, June 24, 2020

 

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK