Area per lo smaltimento di rifiuti adibita illecitamente a parcheggio: sequestrata

Area per lo smaltimento di rifiuti adibita illecitamente a parcheggio: sequestrata

In esecuzione del sequestro preventivo è stato disposto lo sgombero di tutti gli automezzi ivi presenti


TORRE DEL GRECO  – In data odierna i Carabinieri del N.O.E. di Napoli, in esecuzione del decreto di sequestro preventivo, per reati urbanistici ed ambientali, emesso dal GIP del Tribunale di Torre Annunziata, su richiesta di questo Ufficio, hanno proceduto al sequestro di un’area, di circa 1000 mq, sita presso il mercato ortofrutticolo di Viale Sardegna, in Torre del Greco, concessa dal Comune alla società “Buttol S.r.l.°, affidataria del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani, per effettuare le sole operazioni temporanee di sosta tecnica degli automezzi e di trasbordo dei rifiuti. Le indagini, coordinate da questa Procura della Repubblica, hanno permesso di raccogliere un grave quadro indiziario nei confronti dei rappresentati della suddetta società per 1 reati di cui agli artt. 44 D.P.R. n. 380/2001, 181 D.lgs. n. 42/2004, 137 e 256 D.lgs. n. 152/2006.

In particolare, gli accertamenti investigativi espletati hanno consentito di appurare che l’area sottoposta a sequestro, destinata ad attività commerciali, veniva indebitamente utilizzata dalla ditta Buttol come area di parcheggio degli automezzi aziendali, determinando, in violazione della disciplina di settore, il mutamento della destinazione urbanistica della stessa.

Gli accertamenti tecnici disposti da questo Ufficio hanno consentito di accertare, altresì, che il riversamento, nell’area di cui trattasi, del percolato proveniente dai rifiuti presenti sul mezzi di raccolta parcheggiati sull’area in sequestro e degli olii idraulici e lubrificanti provenienti dagli stessi, integrante 1 reati di illecita attività di gestione dei rifiuti e di scarico al suolo dei reflui, hanno determinato una compromissione significativa dell’area caduta in sequestro, con conseguente pericolo per la salute pubblica, anche in ragione della contiguità della stessa con l’area mercatale. Il sequestro preventivo dell’area, secondo quanto ritenuto dal GIP, si è reso necessario al fine di impedire la protrazione dei reati accertati e l’aggravamento delle conseguenze degli stessi, scongiurando la compromissione ulteriore dell’ambiente circostante.

A tal fine, in esecuzione del sequestro preventivo, è stato disposto lo sgombero di tutti gli automezzi della ditta Buffo! dall’area di cui trattasi e l’affidamento della stessa in giudiziale custodia al dirigente del Settore Ambiente del Comune di Torre del Greco.