Assurdo nel napoletano: uomo massacrato di botte per aver difeso una ragazza

Assurdo nel napoletano: uomo massacrato di botte per aver difeso una ragazza

Il malcapitato è finito sotto le grinfie di almeno 6 giovani


POLLENA TROCCHIA – Ha veramente dell’assurdo quanto accaduto a Pollena Trocchia, in provincia di Napoli dove un uomo è stato massacrato di botte solo per aver difeso una giovane. Tutto è iniziato da una lite tra la giovane ed il suo fidanzato. L’uomo aggredito, un cinquantenne, vedendo che la situazione tra i due si stava complicando, ha deciso di intervenire per stemperare i toni e raffreddare gli animi.

Il ragazzo però non ha gradito l’intromissione dell’uomo, intimandogli di ‘impicciarsi dei fatti suoi’, ma evidentemente gli animi erano già surriscaldati  ed è volata qualche parola di troppo tra i due: in pochi istanti è scoppiata una lite tral’uomo ed il giovane, alla quale, secondo quanto riporta Il Mattino, si sono poi aggiunti gli amici di quest’ultimo – almeno quattro o cinque.

Il malcapitato si è ritrovato da solo contro il gruppo di ragazzi, poco più che ventenni, che l’ha preso a calci e pugni al corpo ed al volto, dove presentava evidenti ecchimosi e lacerazioni sulle palpebre. Sembra che nessuno dei presenti in piazza sia intervenuto per difendere l’uomo ma attorno al gruppetto del pestaggio si era creata una calca di una trentina di persone; qualcuno ha allertato i soccorsi e le forze dell’ordine.