Bimbo di un anno e mezzo beve dello sgrassatore: salvato in extremis

Bimbo di un anno e mezzo beve dello sgrassatore: salvato in extremis

Dagli esami effettuati sono state riscontrate lievi lesioni allo stomaco


AVELLINO – Beve sgrassatore per la cucina, un bimbo di un anno e mezzo è stato salvato in extremis dai medici dell’ospedale “Moscati” di Avellino. I fatti sono accaduti nella giornata di giovedì. I genitori del bimbo, originari di Serino, hanno notato subito uno strano alito del figlio.

A questo punto i genitori hanno  trasportato il loro figlio all’ospedale “Moscati” di Avellino. L’equipe medica dell’unità di Pediatria, in costante contatto con il Centro Antiveleni di Pavia, ha deciso di eseguire una gastroscopia al bambino.

Il piccolo, trasferito in sala operatoria, è stato sedato. Ad essere chiamati in causa, oltre al personale infermieristico, un pediatra, anestesista e gastroenterologo. Dall’esame effettuato sono state riscontrate lievi lesioni allo stomaco. Il bimbo è rimasto sotto osservazione per diverse ore e già nella giornata odierna potrebbe lasciare il nosocomio avellinese.

La prontezza dei genitori nell’avvertire il pericoloso nel quale stava incorrendo il loro figlio, e l’immediato intervento della squadra dei medici chiamati in causa hanno provveduto a scongiurare ripercussioni drammatiche.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK