Campania, i dati parlano chiaro: mai così tanti positivi da aprile

Campania, i dati parlano chiaro: mai così tanti positivi da aprile

Con il bollettino di ieri raggiunto nuovo record di casi degli ultimi mesi


CAMPANIA – I dati giunti dall’Unità di crisi della Regione Campania di ieri, che hanno visto un aumento di 29 positivi, parlano chiaro: il Coronavirus è tornato a farsi sentire a tutti gli effetti nel territorio presidiato dal governatore Vincenzo De Luca. L’indice Rt, inoltre, si è innalzato sopra la soglia di 1, il che mette sull’attenti gli esperti, che per tanto tempo hanno lanciato il monito circa la necessità che questo valore rimanga al di sotto di 1 per far sì che la situazione possa essere definita come non critica.

Diversi di questi nuovi casi sono riconducibili al comune di Ottaviano. “Tre casi sono asintomatici e si trovano in isolamento presso la loro abitazione; altre 16 – ha detto il sindaco Luca Capasso – sono in quarantena, individuate dopo aver ricostruito la rete di contatti e frequentazioni”.

Altri 6 casi sono poi riconducibili a Massa Lubrense, in particolare ad un gruppo di camerieri di un ristorante del territorio “dove si erano recati un gruppo di ragazzi che erano in ferie in Campania ma che” – spiega Vincenzo De Luca – “molto stupidamente avevano lasciato al locale dei dati falsi”.

Si tratta, dunque, ancora di piccoli gruppi di casi sporadici in tutto il territorio campano, che per ora non devono destare particolare preoccupazione ma che, se non monitorati con attenzione assoluta, rischiano di dar via ad una nuova ondata che porrebbe in ginocchio una Regione che tutt’oggi scalpita per tornare alla normalità.