Campania, protesta il personale sanitario: nessun premio e decurtazione dello stipendio

Campania, protesta il personale sanitario: nessun premio e decurtazione dello stipendio

Il personale del 118, nelle chat di servizio, ha espresso profondo malcontento per queste decisioni di ASL e Regione


CAMPANIA – “Nessun premio a fasce per il personale sanitario della Regione Campania e decurtazione dei 5,16/ora per i medici del 118! (Vedi nota allegata a fine articolo) ed in più il recupero dei soldi precedentemente erogati!”. E’ quanto evidenziato dalla pagina Facebook “Nessuno Tocchi Ippocrate”, che definisce “beffardo” il comportamento di Asl e Regione Campania, a loro dire poco corretto nei confronti del personale sanitario, cui non sarebbero stati riconosciuti i giusti meriti per quanto fatto nel fronteggiare l’emergenza Coronavirus in Campania.

Questo è quanto scritto su Facebook dalla pagina “Nessuno Tocchi Ippocrate”:

“LA GRANDE BEFFA!

EMERGENZA COVID: LA ASL NAPOLI 1 e la REGIONE CAMPANIA RINGRAZIANO COSÌ IL LORO PERSONALE SANITARIO………

1) nessun premio a fasce per il personale sanitario della Regione Campania. Si chiude senza un accordo il tavolo in Regione Campania con i sindacati del personale sanitario per i Premi Covid da 1000 euro per medici e infermieri che hanno combattuto il Coronavirus. (Fonte Fanpage);

2) decurtazione dei 5,16/ora per i medici del 118! (vedi nota allegata a fine articolo) ed in più il recupero dei soldi precedentemente erogati! Questo significa che non solo lo stipendio dei sanitari verrà tagliato di molto, ma tutti i medici del 118 dovranno rimborsare alla Asl una ingente somma proporzionale agli anni di servizio svolti. (Per qualche collega si parla di cifre intorno ai 100.000 euro).

Enorme malcontento e delusione dei medici del 118 nelle chat di servizio”.

La nota dell’ASL: