Carabiniere suicida in caserma. L’ultimo messaggio: “Chiedo scusa all’Arma ed a mia moglie”

Carabiniere suicida in caserma. L’ultimo messaggio: “Chiedo scusa all’Arma ed a mia moglie”

Il militare ha lasciato un biglietto prima di compiere l’estremo gesto


CALITRI (AVELLINO) – E’ stato trovato morto in una pozza di sangue nella giornata di ieri, Andrea Apicella di 52 anni, comandante della stazione di Calitri. Il militare era originario di Napoli ma prestava servizio in provincia di Avellino. Il suo corpo è stato ritrovato a terra all’interno della caserma.

Sul luogo della tragedia i militari colleghi della vittima hanno trovato un biglietto. Sopra Apicella ha ringraziato l’Arma e chiesto scusa alla moglie. Non è chiaro il motivo dell’estremo gesto. Sconvolta l’intera comunità, colpita da questo dramma improvviso. Anche il Sindaco di Calitri, Michele Di Maio ha voluto far sentire il proprio sostegno alla famiglia Apicella con un messaggio in ricordo del 52enne.

L’ultimo messaggio

“Ringrazio e chiedo scusa a mia moglie e all’Arma dei Carabinieri“.

Il cordoglio del Sindaco di Calitri

“Carissimo Andrea, sono affranto. Ho un nodo alla gola. Rappresenti una perdita enorme per l’intera comunità calitrana. Sei stato un uomo delle istituzioni che ha saputo farsi conoscere ed amare. Una persona umile, sempre disponibile. Ho avuto modo di ringraziarti pubblicamente, durante l’ultimo consiglio comunale, per l’ impegno profuso in questo periodo di emergenza da coronavirus.

Alla moglie ed alla famiglia vanno le più sentite condoglianze ed un forte abbraccio da parte mia e di tutti i Calitrani. Esprimo vicinanza al Colonello Cagnazzo, al Capitano Minieri ed a tutta l’Arma dei Carabinieri. Un forte abbraccio va ai carabinieri della locale caserma (Gilberto, Ottavio, Massimiliano, Tommaso, Andrea). Ho perso un caro Amico, un Amico vero. Ciao Andrea“.