Cardito, la mamma di Giuseppe: “Picchiato così forte che la mazza si è spezzata”

Cardito, la mamma di Giuseppe: “Picchiato così forte che la mazza si è spezzata”

La sera prima della tragedia, il patrigno era stato molto violento con la sorellina più piccola tanto che gli erano rimaste tra le mani le ciocche dei capelli


NAPOLI – Nella mattinata di ieri è stata ascoltata, per la prima volta, in aula anche la mamma di Giuseppe Dorice, Valentina Casa.

Giuseppe, 6 anni, è stato ucciso il 27 gennaio 2019 dal patrigno Tony Essobti Badre che lo massacrò di botte per aver rotto il letto. La donna è stata ascoltata dai giudici della Corte d’Assise di Napoli. Il pm Fabio Sozio le ha chiesto di ricostruire gli attimi dell’uccisione del bambino.

Il racconto ha dei dettagli agghiaccianti, infatti la donna ha spiegato che Essobdi “non si fermava più. Buttava mazzate e mentre picchiava i bambini le mazze si sono spezzate. In quel momento sembrava un diavolo: picchiava i bambini anche quando sono caduti”. La donna ha poi riferito di essere stata lei la stessa vittima della violenza del 25enne. Una tesi secondo la quale lei non è potuta intervenire per fermarlo mentre toglieva la vita al figlio. La Casa ha poi spiegato che il giorno prima aveva picchiato anche la sorellina piccola di Giuseppe; alla quale le avrebbe tirato i capelli in maniera così forte da rimanergli le ciocche in mano.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK