Choc in Campania, scappa da clinica psichiatrica e picchia tutti con mazza da baseball

Choc in Campania, scappa da clinica psichiatrica e picchia tutti con mazza da baseball

Per renderlo innocuo ci sono voluti dieci tra carabinieri e poliziotti


NOCERA INFERIORE – Assurdo quanto accaduto nella giornata di ieri a Nocera Inferiore, in provincia di Salerno dove un giovane di 23 anni, armato di mazza da baseball e non lucido mentalmente, ha iniziato ad aggredire chiunque si trovasse davanti a lui. Gridava frasi sconnesse ed era visibilmente confuso. Sul posto sono arrivate due auto dei carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore. Hanno cercato di convincere il giovane a fermarsi. «Ve ne dovete andare», è stata la risposta.

Nel frattempo sul posto sono arrivati anche uomini del commissariato di polizia. Il giovane imperterrito ha continuato la sua marcia dirigendosi verso piazza Guerritore. A quel punto, secondo quanto riporta Il Mattino, le forze dell’ordine hanno deciso di bloccarlo. Ne è nata una violenta colluttazione con un carabiniere scaraventato a terra mentre l’uomo cercava di reagire e farsi spazio. Tutto è finito tra i tavolini di un bar. Per renderlo innocuo ci sono voluti dieci tra carabinieri e poliziotti.  Reso innocuo ed ammanettato è stato affidato ai sanitari di un’ambulanza del 118. È stato trasportato in ospedale dove è stato sottoposto ad un Tso, trattamento sanitario obbligatorio. Ieri mattina si era allontanato da Villa Chiarugi. Ad inviarlo nella struttura psichiatrica era stato il tribunale di Avellino per una misura cautelare.