Genny A’ Carogn, sconto in appello: da 20 a 7 anni di reclusione

Genny A’ Carogn, sconto in appello: da 20 a 7 anni di reclusione

L’accusa a carico del pentito è di traffico di cocaina


NAPOLI – Gennaro De Tommaso, alias Genny la Carogna, ha ottenuto in appello uno sconto di 13 anni sulla pena a cui era stato condannato in primo grado. Non più 20 anni da scontare in carcere, ma solo 7. Beneficio che gli è stato concesso per aver collaborato con la giustizia. Lo racconta il Mattino.

Nella giornata di ieri, giovedì 9 luglio, si è tenuto il verdetto bis a carico di presunti narcotrafficanti tra cui Gennaro De Tommaso, ex capo dei Mastiffs, noto gruppo ultras napoletano. Genny la carogna diventò famoso per quanto accaduto nella finale di Coppa Italia tra Napoli Fiorentina nel maggio del 2014. Prima della partita disputata allo stadio Olimpico il tifoso azzurro Ciro Esposito viene ucciso da un tifoso giallorosso e la curva azzurra non voleva far giocare quella partita. In un momento di grande tensione, intervenne De Tommaso (indossava una  maglietta in favore di Speziale, assassino del poliziotto Raciti) che “trattò” con a delegazione di forze dell’ordine rappresentata dal capitano del Napoli Marek Hamsik.

OCCHIO DI NAPOLI