Marano, la cassazione esclude legame con la camorra per Bertini

Marano, la cassazione esclude legame con la camorra per Bertini

L’ex sindaco resta ai domiciliari


NAPOLI – Cade l’aggravante mafioso per l’ex sindaco di Marano Mauro Bertini. L’uomo fu arrestato lo scorso 30 gennaio dai carabinieri del Ros, coordinati dai magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea: Bertini fu accusato di concorso esterno in associazione mafiosa con il clan Polverino assieme ad altre due persone: un imprenditore edile.

La caduta dell’aggravante mafiosa è stata stabilita dalla Cassazione, che ha accolto il ricorso del penalista Ivan Filippelli, disponendo una nuova valutazione del Riesame di Napoli. I giudici partenopei dovranno esprimersi su due ipotesi di corruzione risalenti al 2006, ormai largamente prescritte in quanto ritenute dalla Cassazione non legate a vicende di camorra.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK