Melito, fiamme nella chiesa Santa Maria Madre del Risorto: crollato il tetto, distrutto il luogo di culto

Melito, fiamme nella chiesa Santa Maria Madre del Risorto: crollato il tetto, distrutto il luogo di culto

A nulla è servito l’intervento di 6 autobotti dei vigili del fuoco e quello dei carabinieri


MELITO – Un incendio ha distrutto la Chiesa Santa Maria Madre del Risorto di largo Cinque Vie. Del rogo non si conosce ancora la natura, è probabile che sia divampato prima in un terreno confinante con la chiesa ed ha poi raggiunto il luogo di culto.

Sul terreno a fuoco sono andate suppellettili, rifiuti e sterpaglie, le fiamme hanno raggiunto poi il luogo di culto che è andato completamente distrutto nonostante l’arrivo dei vigili del fuoco con sei autobotti sul posto per tentare di salvare la chiesa.

Ogni tentativo è stato vano complice anche il caldo e il materiale facilmente infiammabile che è andato in fiamme. Ad assistere alla scena ed alle operazioni di spegnimento andate avanti per 3 ore, c’erano anche tanti fedeli.

Le parole del sindaco di Melito Antonio Amente

E’ un giorno tristissimo per la nostra città, un giorno che non avrei mai voluto vivere.
Un incendio ha completamente distrutto la chiesa Santa Maria Madre del Risorto nei pressi della rotatoria Mele.
A nulla è servito l’intervento di 6 autobotti dei vigili del fuoco e quello dei carabinieri. Sul posto anche il vicesindaco Luciano Mottola, l’assessore Marco Ponticiello e il consigliere comunale Vincenzo Bortone in rappresentanza dell’amministrazione comunale. Le fiamme hanno, purtroppo, avvolto la tettoia in legno e successivamente l’intera struttura senza che si potesse far nulla per evitarlo.
La chiesetta di proprietà del Comune era in comodato d’uso alla parrocchia Santa Maria delle Grazie che se ne occupava della gestione insieme a tanti volontari e fedeli. Ed è proprio a loro che va la mia vicinanza, loro che hanno versato fiumi di lacrime mentre vedevano andare in fumo la propria casa di preghiera.
Attendo con ansia di conoscere i contenuti della relazione dei vigili del fuoco per capire l’esatta dinamica e l’esito delle indagini per accertare eventuali responsabilità.
Se ci sono state negligenze è giusto che chi ha sbagliato paghi, ad ogni modo l’amministrazione comunale si attiverà per far sì che la chiesa Santa Maria Madre del Risorto possa tornare a splendere nel più breve tempo possibile, restituendo il sorriso ai fedeli che la riconoscevano come una seconda casa.