Napoli, rapina aggravata e resistenza a pubblico ufficiale: due arresti

Napoli, rapina aggravata e resistenza a pubblico ufficiale: due arresti

I due rapinatori sono stati rintracciati dalla Polizia, poi bloccati e  trovati in possesso del cellulare e del denaro sottratto poco prima


NAPOLI – Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, sono stati avvicinati in via Taddeo da Sessa da una persona che ha raccontato di essere stata minacciata con un coltello e rapinata del cellulare e di 50 euro da due persone.

I poliziotti, grazie alla descrizione fornita dalla vittima, hanno rintracciato in corso Meridionale i due rapinatori che, dopo una colluttazione, sono stati bloccati e  trovati in possesso del cellulare e del denaro sottratto poco prima.
E.S.S. e Habib Akir, marocchini di 31 e 54 anni, sono stati arrestati per rapina aggravata e denunciati per resistenza a Pubblico Ufficiale.

Inoltre, il 31enne, irregolare sul territorio nazionale, è stato denunciato per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato e per rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale; mentre il 54enne, con precedenti di polizia, è stato denunciato per non aver ottemperato ad un provvedimento di espulsione emesso lo scorso giugno.