Nas in azione a Qualiano, Napoli e altri comuni: numerosi sequestri e sanzioni

Nas in azione a Qualiano, Napoli e altri comuni: numerosi sequestri e sanzioni

Diversi i reati rscontrati: dall’abusivismo alla vendita di alimenti privi di tracciabilità a carenze igienico – sanitarie


giugliano

NAPOLI E PROVINCIA – Numerose le operazioni dei NAS negli ultimi giorni tra Napoli e provincia. Questo il resoconto.

Napoli, Strada comunale dei Cavoni, verifica in un panificio e rivendita di generi alimentari
confezionati, a conclusione della quale si è proceduto a:
–          sequestrare amministrativamente 30 kg circa di prodotti da forno privi di qualsivoglia
etichetta e/o informazione/i obbligatorie previste dalla normativa vigente;
–          diffidare la parte in ordine alle carenze igienico – sanitarie – strutturali e relativa alla
mancata attuazione delle procedure in autocontrollo HACCP.

Napoli, quartiere Barra, militari dipendenti, nell’ambito dei servizi condotti per il controllo del
fenomeno epidemico da covid-19, hanno eseguito verifiche igienico sanitarie a carico delle
sottonotate attivita’ adottando, a conclusione delle verifiche, i provvedimenti indicati per ognuna di
esse:
1.     una salumeria nella quale si e’proceduto a:
a.     sequestro amministrativo di lt. 72 di vino bianco, in quanto privi di rintracciabilita’
alimentare;
b.       comminare una “diffida” per l’assenza di un piano di autocontrollo posto in essere
dalla parte;
2.    una rivendita di frutta fresca a carico della quale e’ stata impartita una “diffida”, per non
conformita’ strutturali rilevate nel corso dell’accesso ispettivo.

Quarto,i militari, nell’ambito dei servizi programmati per accertare il rispetto di decreti/ordinanze
emanati da varie autorita’ per il contenimento del fenomeno epidemico da covid-19, hanno eseguito
un’ispezione igienico-sanitaria presso un supermercato nel corso della quale accertavano
l’attivazione di un deposito di generi alimentari, e non, pertinente all’attività, risultato  privo di
qualsivoglia titolo autorizzativo, di procedure di monitoraggio HACCP e di requisiti minimi
igienico sanitari e strutturali previsti dalla normativa comunitaria e nazionale vigente. Nel
medesimo contesto, gli operanti hanno proceduto all’immediata sospensione di detta attivita’ di
deposito ed investito i competenti uffici dell’ASL NA 2 NORD per i provvedimenti del
caso. altresi’. Altresì, il controllo ha previsto il sequestro di kg. 20 circa di alimenti esposti in
vendita, tra cui: pane, panini e misto salumi, privi di qualsivoglia indicazione utile alla
rintracciabilita’ alimentare degli stessi e/o di qualsivoglia procedura in autocontrollo HACCP.

Pomigliano d’Arco i Carabinieri a conclusione di una verifica igienico sanitaria condotta in una
locale farma-sanitaria hanno proceduto al sequestro amministrativo di kg 10 di alimenti per
neonati, poiche’ detenuti e posti in vendita in assenza di sistemi e/o procedure per la rintracciabilita’
dei prodotti (e’ risultata mancante l’indicazione relativa all’impresa fornitrice). Nel medesimo
contesto, alla parte e’ stata notificata una “diffida” per carenze igienico sanitarie e amministrative.
Napoli, con disposizione dirigenziale del servizio politiche d’inclusione sociale del Capoluogo  è
stata disposta, su proposta avanzata dal NAS di Napoli, la cessazione immediata dell’attività di
un “gruppo appartamento per “anziani” , poiche’ attivato in assenza della prescritta
autorizzazione comunale, come riscontrato dai Carabinieri a conclusione di una precedente
ispezione, condotta in relazione al propagarsi dell’emergenza epidemiologica da covid-19 ed a
controlli straordinari di strutture sanitarie e socio-assistenziali.

Qualiano, i Carabinieri, presso l’ufficio tecnico-area gestione del territorio del locale comune, a conclusione degli accertamenti urbanistico-edilizi effettuati congiuntamente a quel personale, hanno dato esecuzione di un’ordinanza emessa dall’autorita’ locale con la quale disponeva la demolizione delle opere realizzate abusivamente dal gestore di un supermercato, ivi operante, concernenti rispettivamente un manufatto avente destinazione d’uso artigianale, ma di fatto  arbitrariamente adoperato come deposito alimenti, ed una cassa scale, utilizzata, in difformita’ alle norme vigenti in campo alimentare, ad abusivo laboratorio cucina.

Ercolano, a conclusione di una verifica in un ingrosso farmaceutico, i Carabinieri del NAS hanno
proceduto al sequestro amministrativo di 1.800 circa mascherine facciali tipo “disposable face
mask – folding mask 5 pcs – kn95-a – fda class 1 – d373853 – ffp2 nr – en 149:2001+a1:2009 –
ce 1282”, prodotte in Cina, poiche’ risultati essere dispositivi di protezione individuali di 1^
categoria (antipolvere) privi della regolare marcatura CE, e poste in commercio nonostante la
procedura INAIL in deroga avesse dato esito negativo.

Napoli, i Carabinieri del NAS, collaborati da personale dell’ASL NAPOLI 1 CENTRO –
DIPARTIMENTO PREVENZIONE – UOPC DS 28, hanno eseguito un’ispezione igienico-
sanitaria presso un supermercato, a conclusione della quale hanno proceduto a:-
–        chiusura amministrativa di un’area cortilizia adiacente al supermercato per le gravi carenze
igienico-sanitarie e strutturali con obbligo di sgombero di alimenti da detta area;-
–        prescrivere l’adeguamento strutturale dei locali del supermercato, avendo accertato anche
in quel caso inconvenienti igienico sanitari e strutturali, per cui l’autorita’ sanitaria intervenuta
intimava un congruo lasso temporale per l’eliminazione.-

Nola, presso la sede operativa di un’impresa ubicata all’interno di quell’Interporto, nel corso di
accertamenti effettuati nell’ambito dei controlli sulla produzione/commercializzazione di
mascherine per fronteggiare il fenomeno epidemico da covid-19, il NAS di Napoli ha proceduto, nei
confronti del titolare della predetta ditta al sequestro amministrativo di 624 mascherine “igieniche”
del tipo lavabili formato “baby”, confezionate in coppia all’interno di involucri di cellophane
trasparente, poiche’ prodotte/distribuite/commercializzate con etichettatura recante un’erronea
comunicazione al consumatore circa le informazioni utili alla valutazione ed alla prevenzione dei
rischi derivanti dall’uso del prodotto.

Grumo Nevano, i Carabinieri del NAS hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso una
media struttura di vendita, a conclusione della quale hanno proceduto a sequestrare
amministrativamente 12 kg di misto salumi in vaschette sottovuoto, in parte esposto in vendita ed in
parte riposto nelle apparecchiature frigo, risultati privi di qualsivoglia informazione utile a
garantirne la rintracciabilita’ alimentare e/o documentazione in autocontrollo HACCP.
Terzigno, i Carabinieri del NAS, collaborati nella fase operativa da personale dell’ASL NAPOLI 3
SUD– DIPARTIMENTO PREVENZIONE – UOPC DS 52, nel verificare l’ottemperanza delle
prescrizioni impartite in occasione di pregressa ispezione eseguita il 28 aprile 2020 presso una
macelleria, hanno accertato l’inosservanza a quanto intimato, poiché la titolare non inoltrava al
competente SUAP la SCIA per esercizi di commercio al dettaglio di vicinato e la prevista notifica in
campo alimentare. Si e’ proceduto, pertanto, alla chiusura amministrativa dell’attivita’, sino al
conseguimento dei titoli necessari per la conduzione.

Nola, i militari del NAS hanno eseguito una verifica igienico – sanitaria in un panificio ivi sedente, a conclusione della quale hanno proceduto a:
1.     sequestro amministrativo di kg. 20 di alimenti (biscotteria secca, pastiera, frutta secca,
formaggi vari, legumi), poiche' privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne la
rintracciabilita’ alimentare;

2.     comminare una “diffida” per delle non conformita' riscontrate nel corso della verifica
igienico – sanitaria (per carenze strutturali del laboratorio di produzione e mancato
aggiornamento del sistema di monitoraggio previsto dal manuale HACCP).
Crispano, i Carabinieri del NAS hanno eseguito una verifica igienico – sanitaria in un’attivita’ di
sezionamento di carni bianche, a conclusione della quale hanno proceduto a sequestro
amministrativo di kg. 400 di alimenti (preparati e prodotti carnei), poiche' privi di qualsivoglia
informazione utile a garantirne la rintracciabilita’ alimentare.

Castellammare di Stabia, i militari del NAS hanno eseguito una verifica igienico – sanitaria in un
mini-market, a conclusione della quale hanno proceduto a:
1.     sequestrare amministrativamente kg. 82 di alimenti vari, poichè privi di qualsivoglia
informazione utile a garantirne la rintracciabilita’ alimentare;
2.     comminare una “diffida” per delle non conformità riscontrate nel corso della verifica
igienico – sanitaria per carenze strutturali del punto vendita e per l’utilizzo ad uso alimentare di
uno spazio non registrato sanitariamente.

San Giuseppe Vesuviano, a conclusione di una verifica igienico – sanitaria in una locale industria
dolciaria, i Carabinieri del NAS hanno proceduto a:
1.     sequestrare amministrativamente di kg. 260 di dolciumi (confetti multicolori modello
“snob”), poichè privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne la rintracciabilita’
alimentare;
2.     notificare una “diffida” per delle non conformità riscontrate nel corso della verifica igienico
– sanitaria per carenze strutturali dell’area produttiva.