Naya Rivera, ritrovato il corpo dell’attrice sul fondale del lago: morta per salvare il figlio di 4 anni

Naya Rivera, ritrovato il corpo dell’attrice sul fondale del lago: morta per salvare il figlio di 4 anni

L’interprete 33enne era diventata famosa a livello internazionale in seguito alla sua partecipazione nella serie cult “Glee”


CALIFORNIA – Naya Rivera, ritrovato il corpo dell’attrice sul fondale del lago: morta per salvare il figlio di 4 anni.

L’attrice e cantante statunitense Naya Rivera è stata ritrovata morta nella giornata di ieri. L’interprete 33enne era scomparsa nella giornata dell’8 luglio dopo essersi tuffata nel lago Piru in Calfornia. Naya era in compagnia del figlio di 4 anni, Jorsey, ritrovato da solo con sulla barca che la madre aveva noleggiato per trascorrere proprio la giornata al lago.

Dopo un’intera giornata di ricerche, queste sono state sospese la sera dal dipartimento della contena di Ventura che però hanno dichiarato l’intenzione di riprenderle il mattino seguente. Il giorno successivo, però, la Rivera è stata dichiarata presumibilmente morta per annegamento. Per tale motivo sono state sospese le ricerche come persona scomparsa per avviare quelle di recupero della salma.

Dopo quattro giorni, nella giornata di ieri, il corpo della star statunitense è stato rinvenuto nei fondali del lago, ufficializzando così la sua morte prematura a soli 33 anni.

Naya Rivera era diventata famosa in tutto il mondo per aver interpretato il personaggio nella serie cult della tv “Glee”. La forza del suo personaggio, una cheerleader liceale lesbica, ha spinto tantissime adolescenti a dichiarare il proprio orientamento sessuale e per tale motivo la Rivera si era sempre battuta per la libertà dei diritti di ogni persona. Proprio per il suo ruolo nella fortunata serie adolescenziale, Naya aveva vinto ben 3 ALMA Awards.

Le autorità della California sono convinte che Naya Rivera, annegata nel lago Piru, in California, è riuscita a portare in salvo il figlio Josey di quattro anni facendolo risalire sulla barca che andava alla deriva.

“A metà pomeriggio erano andati a nuotare ma poi la barca si è allontanata portata via dalle correnti e Naya ha trovato abbastanza energia per salvare il bambino ma non abbastanza per lei stessa”, ha detto lo sceriffo William Ayub in una conferenza stampa qualche ora dopo il ritrovamento del corpo dell’attrice. Il bambino, ha detto lo sceriffo, “ha raccontato che la mamma lo ha aiutato a risalire in barca. Quando ha guardato indietro l’ha vista scomparire sott’acqua”.

Non sono mancati i tantissimi messaggi di cordoglio dei suoi fans da tutto il mondo e dei suoi colleghi. Parte del cast di Glee nella giornata di ieri si è recato sul luogo del ritrovamento per salutare insieme la loro collega e amica, altri invece hanno espresso tutta la loro tristezza e il loro sconforto sui social, postando foto insieme alla Rivera per ricordare tutti i momenti felici passati con lei. Sotto shock, i familiari chiusi in un doloroso silenzio.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK