Positiva al Covid 17enne incinta del campo rom sulla circumvallazione: si teme focolaio

Positiva al Covid 17enne incinta del campo rom sulla circumvallazione: si teme focolaio

Tamponi per tutti gli abitanti dello stanziamento nomadi


SCAMPIA – Tamponi ne campo rom di Scampia. A far scattare i controlli è stato il caso di una 17enne rumena, al settimo mese di gravidanza, positiva al Covid-19.  È questione di ore e le indagini seguite alle ricerche epidemiologiche dall’Asl Napoli 1, potrebbero individuare un nuovo focolaio da tenere a bada. Nell’ipotesi contraria, gli esami dovrebbero accertate il caso isolato della minore e far tirare un sospiro di sollievo alla numerosa comunità che popola il campo.

La prima conferma riguardo alla positività da Coronavirus della ragazza , è stato eseguito all’ospedale Moscati di Aversa dove si era sottoposta a un controllo per la gestazione portata avanti, fino a oggi, senza alcun tipo di criticità. In seguito all’esito del primo tampone naso faringeo, come riportato da Il Mattino, è stata trasferita al Secondo Policlinico, attrezzato con un percorso dedicato che il Dipartimento Materno-Infantile ha predisposto per permettere alle donne di partorire in assoluta sicurezza anche in caso di infezione da Coronavirus.

Lì è stato eseguito il secondo tampone naso faringeo il quale ha confermato nuovamente la positività della ragazza ricoverata nella struttura che conserverà i reparti Covid dedicati alle donne e ai loro bimbi fino all’ufficializzazione della fine dello stato di pandemia, come ha assicurato il direttore generale, Anna Iervolino. Il ricovero sarà dunque sincronizzato su due livelli che includono il percorso di assistenza ginecologica e quello specifico per il contagio da Covid destinato anche al monitoraggio del nascituro. Per la minore si è anche prospettato quindi l’iter per seguirla nel momento del parto ed eventualmente proseguire con l’assistenza pediatrica dal momento che il Policlinico è Hub pediatrico Covid con posti anche in terapia Intensiva.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK