Sorpresi 3 lavoratori “in nero” in un bar: nei guai la titolare

Sorpresi 3 lavoratori “in nero” in un bar: nei guai la titolare

Uno dei 3 percepiva anche il reddito di cittadinanza


NAPOLI – Continuano senza tregua i controlli dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, insieme a quelli del NAS e del NIL: obbiettivo il contrasto al lavoro sommerso e la tutela della sicurezza sui luoghi di lavoro.
A finire nei guai la titolare di un bar di Via Salvator Rosa,  ispezionato dai militari della stazione stella e dei reparti specializzati. Tre i lavoratori “in nero” sorpresi nel locale:  nessuno di loro era stato formato sulla normativa anti-covid e uno dei tre, un 24enne, è risultato beneficiario del reddito di cittadinanza. Per lui una denuncia per truffa ai danni dello stato.
Anche l’imprenditrice –  una 42enne di origini polacche – è stata denunciata perché aveva installato un impianto di videosorveglianza senza autorizzazione.
Al bar è stata imposta la chiusura per 5 gg e la 42enne sanzionata per oltre 14mila euro.

COMUNICATO STAMPA