Tabaccaio e politico trovato in una pozza di sangue: ha tentato il suicidio

Tabaccaio e politico trovato in una pozza di sangue: ha tentato il suicidio

L’uomo, ora in gravissime condizioni, è molto noto in città per le sue battaglie per il recupero e la valorizzazione delle periferie cittadine, dove è situata la sua attività


SOMMA VESUVIANA (NA) – Ha tentato il suicidio l’uomo trovato ieri sera in condizioni gravissime. Lo ha fatto nella propria tabaccheria tagliandosi polsi e gola. È accaduto ieri sera a Somma Vesuviana (Napoli), dove un uomo di 52 anni, Tommaso Rea, segretario di una lista civica che sostiene la maggioranza, è stato trovato in una pozza di sangue. L’uomo è ricoverato in prognosi riservata nell’ospedale del Mare di Napoli ed è in pericolo di vita.

Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri del Nucleo operativo di Castello di Cisterna e dei militari di Somma Vesuviana, il 52enne ha tentato il suicidio procurandosi tagli ai polsi ed alla gola. Il ritrovamento è avvenuto dopo che alcuni passanti avevano notato le saracinesche chiuse ma senza catenacci. Rea è molto noto in città per le sue battaglie per il recupero e la valorizzazione delle periferie cittadine, dove è situata la sua tabaccheria. L’uomo è anche segretario di una lista civica che appoggia la maggioranza del sindaco Salvatore Di Sarno.

LEGGI ANCHE:

Giallo nel napoletano: tabaccaio e politico trovato in una pozza di sangue