Tuffi selvaggi dai lampioni del lungomare: la malsana abitudine dei giovani napoletani

Tuffi selvaggi dai lampioni del lungomare: la malsana abitudine dei giovani napoletani

Borrelli: “Sembra essere diventata una vera e propria sfida alla sorte e alle istituzioni”


NAPOLI – Sta facendo molto discutere l’ultima tendenza tra i ragazzini di Napoli: da diversi giorni numerosi gruppi di adolescenti con lo scopo di tuffarsi nel mare di Mergellina hanno preso la malsana abitudine di arrampicarsi sui lampioni per tuffarsi dall’alto, rovinando così non solo i pali della pubblica illuminazione, ma rischiando grosso  anche per la loro stessa salute.  Stessa pratica riguarda anche la zona di Marechiaro, in particolare quella della Villa degli Spiriti, che viene utilizzata come vero e proprio trampolino di lancio dai giovani scellerati.

“Anche questo fine settimana ci sono arrivate numerosissime segnalazioni di comportamenti pericolosi e scellerati di ragazzi di tutte le età che si lanciano in tuffi spericolati, mettendo a repentaglio l’incolumità loro e dei bagnanti circostanti. Sono pratiche che da anni denunciamo e che con i dovuti controlli potrebbero essere facilmente evitate. Noi continueremo a segnalare questi episodi per evitare che accada una tragedia”, ha commentato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi.