Ucciso a coltellate a Napoli: confermato l’arresto per l’assassino

Ucciso a coltellate a Napoli: confermato l’arresto per l’assassino

La vittima è stata colpita da ben quattordici fendenti al torace


NAPOLI – Nella serata odierna personale della Sezione Reati contro la persona della locale Squadra Mobile, unitamente a militari dell’Arma dei Carabinieri, ha dato esecuzione al decreto di Fermo di Indiziato di delitto, emesso questo pomeriggio dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, nei confronti di: RISPOLI Enrico, classe 1983, gravemente indiziato dell’omicidio di ATTANASIO Salvatore, classe 1978,  avvenuto il 24 luglio scorso in questa via Giambattista Manso all’altezza del civico 5.

Nella notte tra il 23 e il 24 luglio 2020, nella zona delle cosiddette Case Nuove, avveniva l’omicidio di ATTANASIO Salvatore, colpito da ben quattordici fendenti al torace.

Le ricerche si indirizzavano nei confronti di RISPOLI Enrico, resosi immediatamente irreperibile; si è  ritenuto che il movente fosse da ricercarsi nel forte risentimento nutrito dal fuggitivo  nei confronti della vittima, ritenuta responsabile della morte di suo padre RISPOLI Salvatore detto “o’merican”, avvenuto nella notte di Halloween del 2011.

Le complesse ed articolate indagini, effettuate da personale di questa Squadra Mobile e coordinate dall’Autorità Giudiziaria,  sono state svolte senza soluzione di continuità ascoltando anche numerosi testimoni ed acquisendo elementi di prova nei confronti di RISPOLI Enrico, il quale decideva di presentarsi spontaneamente e rendeva un lungo interrogatorio innanzi ai PP.MM., nel corso del quale ammetteva le proprie responsabilità, ricostruendo dettagliatamente i fatti in maniera del tutto conforme a quanto ipotizzato dagli investigatori al culmine dell’attività svolta incessantemente sin dai momenti immediatamente successivi all’azione omicidiaria.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK