Adriana positiva al Coronavirus dopo il rientro dalla Sardegna: “Non sono incosciente”

Adriana positiva al Coronavirus dopo il rientro dalla Sardegna: “Non sono incosciente”

La 30enne, ex del Grande Fratello e di Uomini e Donne, ha però aggiunto: “Sono stata a contatto con tante persone, era inevitabile. Difficile dire chi sia stato ad infettarmi, anzi impossibile”


SALERNO – Aveva accusato qualche colpo di tosse ed uno stato di raffreddamento, attribuito inizialmente all’aria condizionata, alleata non sempre fedele dei mesi caldi. Poi le telefonate degli amici con i quali aveva condiviso le ore piccole e le giornate al mare che le riferiscono di aver contratto il Coronavirus. Da lì la decisione di anticipare il suo rientro dalla Sardegna di una settimana e sottoporsi al tampone. Poche ore dopo la paura è diventata certezza. Adriana Peluso, 30 anni il mese scorso, ex del Grande Fratello e di Uomini e Donne, annuncia in un lungo post condiviso attraverso il suo profilo Instagram di essere positiva al Covid. «Ho lavorato in un noto locale della Costa Smeralda per un mese, lo stesso dove faccio immagine da due anni. Le probabilità erano tantissime. Il tempo di organizzare il viaggio di ritorno e sono rientrata a casa».

Qualche giorno fa ha ricevuto il risultato. «Mi ha chiamato la dottoressa della clinica di Benevento che mi ha fatto il tampone. Alle sue parole,“Purtroppo sei positiva al Covid 19”, sono scoppiata a piangere e ho continuato per tutto il giorno. Ero spaventata e sola, pensavo: «Perché proprio io?». Poi mi sono detta: «Perché non io? Sono stata a contatto con tante persone, era inevitabile. Difficile dire chi sia stato ad infettarmi, anzi impossibile».

Se oggi Adriana è a casa è anche merito della mamma, Cia Caiazzo, nota allenatrice di ginnastica e fitness della città che vista la situazione, ha più volte esortato la figlia ad anticipare il suo rientro. «Mamma mi ha tempestato di telefonate e ha fatto bene. Sono andata a fare il tampone ancora con la macchina carica di valigie e prima di arrivare a casa le ho chiesto di lasciarmi un po’ di scorte alimentari. Mi sono isolata da subito, non ho visto parenti e amici, né sono andata in giro».

Al telefono come nelle stories sembra stare bene. «Prima del tampone stavo benissimo, oggi ho qualche fitta intercostale e ho perso gusto e olfatto, potrei mangiare una cipolla o tenerla tra le mani come fosse pane». Detto questo non si sente un’irresponsabile. «No, non mi sento di essere stata incosciente. È vero, il virus non è mai andato via e dal 4 maggio abbiamo sentito tutti il bisogno di tornare a respirare ma è anche vero che il governo ci ha messo nelle condizioni di farlo aprendo discoteche e locali».

FONTE: ILMATTINO.IT