Blitz al Parco Verde: sequestrato impianto di videosorveglianza abusiva

Blitz al Parco Verde: sequestrato impianto di videosorveglianza abusiva

Serviva a monitorare la vendita di droga. Arrestato, nelle vicinanze, un giovane che non si era fermato all’ALT


CAIVANO – Stamattina gli agenti del Commissariato di Afragola, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, delle unità cinofile antidroga dell’Ufficio Prevenzione Generale, della Polizia Locale di Caivano e di personale tecnico del Comune di Caivano,  hanno effettuato un’operazione “alto impatto” nel Parco Verde di Caivano per individuare e rimuovere manufatti abusivi e contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Le operazioni di bonifica dei diversi isolati hanno consentito di sequestrare 3 microcamere di un sistema di videosorveglianza a circuito chiuso che inquadrava il perimetro esterno dell’edificio, una radiotrasmittente e 100 involucri di cocaina.

Sono state rimosse lastre di ferro poste abusivamente a due diversi portoni di edifici, installate allo scopo di agevolare l’attività di spaccio.

Inoltre, durante i controlli in viale Margherita, un 29enne originario di Santa Maria Capua Vetere, a bordo di un’autovettura, non si è fermato all’Alt dei poliziotti che lo hanno inseguito e, dopo che questo ha speronato l’auto di servizio, lo hanno bloccato nel comune di Acerra.

Il giovane è stato arrestato per resistenza, lesioni a Pubblico Ufficiale e danneggiamento di beni della Pubblica Amministrazione.