Camorra, boss Cutolo trasferito dal carcere all’ospedale: “Riteniamo non sia lucido”

Camorra, boss Cutolo trasferito dal carcere all’ospedale: “Riteniamo non sia lucido”

La difesa: “Ci dicono che la situazione è sotto controllo, e continuano a sostenere che rifiuta di fare gli esami”


L'ex capo della nuova camorra Raffaele Cutolo (d) in una foto d'archivio. C.Fusco / ANSA/LI

BOLOGNA – Il fondatore della Nuova Camorra Organizzata, Raffaele Cutolo, 78 anni, da giovedì è stato trasferito dal carcere di Parma in ospedale, a quanto pare per un aggravamento delle condizioni di salute e problemi respiratori. Lo scrivono media campani e la circostanza del ricovero è confermata all’ANSA dal difensore, avvocato Gaetano Aufiero.

“Non sappiamo esattamente quali siano le sue condizioni. Ci dicono che la situazione è sotto controllo, e continuano a sostenere che rifiuta di fare gli esami. Ma noi riteniamo che non sia lucido”, spiega il legale, riferendo che la moglie è andata a trovarlo, il 22 giugno e Cutolo non l’avrebbe riconosciuta. A giugno il tribunale di Sorveglianza di Bologna aveva respinto il ricorso della difesa per il rinvio dell’esecuzione della pena, per motivi di salute. Cutolo è detenuto al 41 bis.