Coronavirus, boom di contagi discoteche chiuse: ecco dove

Coronavirus, boom di contagi discoteche chiuse: ecco dove

A far scattare l’allarme sono stati i sedici nuovi contagi esplosi in una discoteca, che hanno fatto balzare a venti in un giorno i casi di positività


SARDEGNA – Stop alla movida in Sardegna, dove il governatore Christian Solinas ha ritirato l’ordinanza che prevedeva la riapertura delle discoteche, contrariamente a quanto previsto dai Dpcm del premier Conte. Ora, dopo l’aumento dei contagi registrato in un locale notturno di Carloforte, per il presidente di regione “non si può mettere in secondo piano il principio della tutela della salute pubblica”, nonostante la necessità di far ripartire il turismo dopo mesi di lockdown. A far scattare l’allarme sono stati i sedici nuovi contagi esplosi in una discoteca, che hanno fatto balzare a venti in un giorno i casi di positività nell’isola, e che hanno spinto Solinas a Chiudere.

E a far saltare così tutti gli eventi previsti per la settimana di Ferragosto, e non solo in Sardegna. Dalla Sicilia alla Toscana, sono decine i giovani che hanno contratto il Coronavirus in luoghi notturni affollati, e imposto agli amministratori di ripensare al divertimento estivo. A Vercelli sarebbe esploso un focolaio proprio in una discoteca dopo che un giovane imprenditore tornato da Santo Domingo, invece di sottoporsi a quarantena, ha partecipato a una serata dance. E ora, mentre la Asp sta conducendo tamponi a tappeto per isolare gli eventuali positivi, le Asl della Toscana hanno lanciato un appello a tutti coloro che si trovavano nella discoteca “Seven Apples” di Marina di Pietrasanta nella notte tra l’8 e il 9 agosto, affinché si registrino e sottopongano a tampone dopo la positività di una 18enne pisana.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK