Coronavirus Napoli, ressa dei tamponi al Cotugno: è psicosi tra i giovani

Coronavirus Napoli, ressa dei tamponi al Cotugno: è psicosi tra i giovani

“I ragazzi che hanno avuto comportamenti irresponsabili in vacanza ora hanno paura, ma noi non possiamo permetterci una situazione simile”, ha dichiarato Di Mauro


NAPOLI – Sono tanti i giovani rientrati dalle vacanze, per lo più Sardegna e Puglia, che si sono recati nelle ultime ore al Cotugno  per eseguire il tampone.

Tanti giovani, come riportato da Il Mattino, sono in fila davanti al capannone e sulla soglia dell’ospedale. Intanto Di Mauro, Direttore Generale A.O.R.N. dei Colli, ha chiarito chi può mettersi in fila, al presidio ospedaliero, per fare il test: “Può fare il test al Cotugno solo chi presenta una sintomatologia conclamata – chiarisce Di Mauro, che ieri sera ha partecipato a una riunione in Regione su questo e altri temi sanitari – Non può mettersi in fila chi vuole fare uno screening e nemmeno chi ha avuto contatti con un positivo. Non possiamo sottrarre personale a pazienti in condizioni critiche. Degli oltre 150 presenti ieri al Cotugno molti sono venuti per evitare la quarantena. I ragazzi che hanno avuto comportamenti irresponsabili in vacanza ora hanno paura, ma noi non possiamo permetterci una situazione simile. Devono rivolgersi alle Asl. Chi ha fatto le vacanze senza attenzione adesso aspetti: questi casi sono non sono di nostra competenza.”

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK