Esplosione choc in una stazione di servizio: almeno 13 feriti

Esplosione choc in una stazione di servizio: almeno 13 feriti

Si ritiene che l’incendio iniziale sia stato provocato da una scarica di elettricità statica mentre il carburante veniva pompato da un’autocisterna


RUSSIA – Almeno 13 persone sono rimaste ferite dopo che un incendio ha provocato un’enorme esplosione in una stazione di servizio nel sud-ovest della Russia. Le riprese dell’esplosione hanno mostrato un’enorme palla di fuoco sparata nel cielo sopra la città di Volgograd. Dieci dei feriti sono stati portati in ospedale, hanno riferito i media locali. Le vittime includevano i vigili del fuoco che erano stati chiamati alla stazione di servizio per affrontare l’incendio iniziale alle 12.40 ora locale (8.40 GMT), secondo il ministero delle emergenze russo.

“I vigili del fuoco sono stati letteralmente dispersi da un’onda d’urto”, ha affermato il ministro Vladislav Kopyev, capo della prima unità antincendio e di soccorso della regione. Si ritiene che l’incendio iniziale sia stato provocato da una scarica di elettricità statica mentre il carburante veniva pompato da un’autocisterna a un serbatoio di stoccaggio sotterraneo.

Il personale aveva evacuato la stazione prima che scoppiasse l’esplosione e provocò un incendio più grande, che si estendeva su 1.000 metri quadrati. Il video diventato virale in rete, evidenzia Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, con oltre 1 milione di visualizzazioni.

IL VIDEO:

Esplosione in una stazione di servizio: almeno 13 feriti

🔥 ESPLOSIONE CHOC IN UNA STAZIONE DI SERVIZIO: ALMENO 13 FERITI LEGGI ➡️ https://bit.ly/2XWvGet

Posted by Il Meridiano News on Wednesday, August 12, 2020