Giugliano, il centrodestra perde altri pezzi: si defila anche Mimmo Panico

Giugliano, il centrodestra perde altri pezzi: si defila anche Mimmo Panico

“Non mi riconosco più nell’azione politica di una coalizione che non ha saputo superare le conflittualità e trovare un terzo nome”


GIUGLIANO – La coalizione del centrodestra giuglianese fatica a trovare la compattezza necessaria per essere competitiva alla prossima tornata elettorale. La decisione di Lega, UdC e Fratelli d’Italia di puntare tutto su Giuseppe Pietro Maisto come candidato sindaco non è piaciuta a chi preferiva un terzo nome su cui potessero convergere partiti e liste civiche. La possibile concertazione è stata difatti interrotta, con Forza Italia ancora in bilico, e si registrano defezioni tra i possibili candidati come quella di Mimmo Panico, che dichiara:

Le motivazioni della mia mancata candidatura nella coalizione di centrodestra sono strettamente politiche, non condivido e non mi riconosco più nell’azione politica di una coalizione che non ha saputo superare le conflittualità e trovare un terzo nome per costruire un progetto politico di più ampie vedute per la terza città della Campania. Non ritengo più essere in sintonia con quanto espresso ai cittadini, nella fase precedente alla campagna elettorale. Con l’occasione, lasciatemi gridare W Giugliano.