Giugliano, moto incendiata all’ex consigliere: la solidarietà di Maisto e Poziello

Giugliano, moto incendiata all’ex consigliere: la solidarietà di Maisto e Poziello

Sull’episodio sta indagando la Polizia del locale commissariato che sta cercando eventuali testimonianze


GIUGLIANO – In fiamme, nella notte, la moto dell’ex consigliere di Giugliano, Giuseppe D’Alterio. Sull’episodio, il candidato sindaco del centrodestra di Giugliano, Giuseppe Pietro Maisto, esprime vicinanza e solidarietà all’esponente politico locale e chiede che la vicenda venga chiarita al più presto.

“Ci auguriamo – ha detto Maisto – che questo episodio non sia riconducibile a nessun atto intimidatorio, il che sarebbe gravissimo. Ci auguriamo anche che venga fatta luce quanto prima per evitare che la competizione elettorale si svolga in un clima avvelenato: Giugliano deve scegliere i propri rappresentanti in maniera chiara e trasparente, all’insegna della lealtà”.

Anche l’ex Sindaco di Giugliano, Antonio Poziello, ha espresso la propria solidarietà all’ex consigliere comunale:

“Mi auguro – ha detto Poziello – che le forze dell’ordine e la magistratura dedichino tutta l’attenzione possibile per fare chiarezza sull’incendio dello scooter del candidato al Consiglio comunale Giuseppe D’Alterio, anche acquisendo i filmati delle telecamere di sorveglianza dei parchi, dei negozi, delle civili abitazioni. Non credo e non ho mai creduto all’autocombustione, né tanto meno alle coincidenze. Ritengo che le forze dell’Ordine abbiano focus specifici già attivi su Giugliano e mi auguro che il loro lavoro porti in breve tempo a chiarire questo episodio e restituire a tutti noi serenità e certezze”.

LEGGI ANCHE:

Giugliano, a fuoco nella notte lo scooter del candidato al consiglio comunale Giuseppe D’Alterio