Giugliano, terremoto in Forza Italia: Sequino e Aprovitola annunciano l’addio

Giugliano, terremoto in Forza Italia: Sequino e Aprovitola annunciano l’addio

Strappo definitivo nella coalizione di centrodestra


GIUGLIANO – Un vero e proprio terremoto politico, quello che sta agitando il centro destra giuglianese: Alfonso Sequino e Francesco Aprovitola hanno annunciato attraverso le rispettive pagine Facebook la loro fuoriuscita da Forza Italia, partito nel quale hanno militato da sempre e che hanno rappresentato insieme nell’ultima consiliatura tra i banchi della minoranza.

Arriva così quello che può rappresentare lo strappo definitivo ad una trattativa estenuante che ha logorato la coalizione, condizionandone pesantemente le possibilità elettorali. Nonostante la disponibilità ad un “passo di lato” per il bene della coalizione annunciata solo due giorni fa da Sequino, dunque, i partiti hanno proseguito nel segno dell’ostinazione a spingere per il nome di Giuseppe Pietro Maisto, per cui ora i margini di trattativa paiono definitivamente svaniti.

E se per Francesco Aprovitola “Non lasciamo Forza Italia, prendiamo semplicemente atto che il progetto Forza Italia in Campania non esiste più. Esiste solo una guerra fratricida dove non contano meriti e battaglie sul campo ma solo ripicche e ambizioni personali”, se possibile Alfonso Sequino è ancora più diretto: “Oggi gli invasori hanno preso d’assalto casa mia, gente che da poche ore si è riscoperta di centro destra dopo aver preso il peggio da ogni esperienza percorribile pur di prendere. Oggi queste persone vengono premiate, poche ore di “simbolo” per i tavoli sovralocali contano più di una esperienza durata oltre 15 anni, portata avanti con dignità, schiena dritta e dopo aver dato tutto me stesso affinché si realizzasse quel sogno”.